JUVE SALDA AL PRIMO POSTO IN CLASSIFICA, ALL’OLIMPICO E’ TOTTI SHOW Dybala stende la Lazio, l'Inter è messo ko a Genova, il Chievo batte il Frosinone

535
totti

Mentre un Dybala magnifico segna due gol trascinando la Juventus al 3-0 sulla Lazio, rendendo inutile il 6-0 del Napoli, all’Olimpico Francesco Totti entra in campo e in meno di tre minuti segna la doppietta che regala ai giallorossi la rimonta e la conseguente vittoria sul Torino. Il vantaggio bianconero si riporta a nove punti e lo scudetto è sempre piu’ vicino. La Roma si consolida invece al terzo posto, riportandosi a +7 sull’Inter che perde a Genova l’ennesima occasione, lasciandosi infilare alla distanza da un Genoa diverso, rispetto alle ultime esibizioni. In chiave salvezza ecco l’Udinese, che si mette praticamente in salvo superando mettendo ko la Fiorentina, mentre il Frosinone perde, in nove, 5-1 in casa del Chievo. Il Palermo ci crede e lotta fino in fondo, ma trova solo un pari e lo spettro della recessione in Serie B aleggia sempre più minaccioso.

La Juve imprime la solita rabbia e Marchetti salva su Dybala. Grande pressione e gol in mischia su tiro di Pogba, deviato da Mandzukic. Poi Patric si fa espellere ingenuamente. Bonucci guadagna un rigore, che Dybala trasforma in rete con tranquillità. E l’argentino timbra la doppietta personale chiudendo la partita. Lo scudetto è in dirittura d’arrivo.

Dopo tante polemiche la Roma perde fluidità contro un Torino volitivo, pur con tante assenze. Maicon, Nainggolan e Salah creano occasioni ma sono i granata a passare per un rigore procurato da Manolas su Belotti. Poi giallorossi furenti per due mani di di Silva e Gazzi non sanzionati e nella ripresa è un’altra partita: Manolas si fa perdonare l’errore saltando di testa e trovando l’angolino ma quando sembra maturo il gol del vantaggio, un errore di Maicon spiana la strada al raddoppio di Martinez. A quel punto Spalletti chiama in campo Totti che in pochi minuti ribalta la situazione: con una zampata in mischia trova il pari, poi trasforma un rigore, un po’ dubbio, che fa piangere i tifosi in tribuna. Una doppietta che spiana la strada per il terzo posto visto il flop nerazzurro.

L’Inter sembra ben disposta e ha buone opportunità con Perisic e Brozovic, ma il Genoa è molto motivato, si rende pericoloso con Pavoletti e l’incontro si mantiene in equilibrio finché de Maio non trova il gol del vantaggio. La Fiorentina ha meno motivazioni dell’Udinese che passa subito con un colpo di testa di Zapata poi Zarate riequilibra l’incontro ma dopo due traverse di Badu e Thereau il francese trova il meritato colpo del sorpasso. In chiave salvezza si aggrava la situazione del Frosinone. I laziali cominciano bene con un’azione confezionata dai fratelli Ciofani e conclusa da Daniel. Ma Ajetti si fa espellere e comincia un’altra gara: il Chievo rimonta con Floro Flores e un rigore di Pellissier, poi il Frosinone rimane in nove per un doppio giallo a Chibsah e i veneti fanno un tiro a segna finendo per stravincere.

Due rigori di Vazquez e Borriello orientano Palermo-Atalata ma i siciliani mostrano la solita fragilità e Paletta di testa confeziona il vantaggio. Il palermo sente che la salvezza sta svanendo e moltiplicano gli sforzi riuscendo almeno ad agguantare il pari con Struma. Nelle altre gare il Sassuolo sbaglia un rigore alla fine con Berardi e la Sampdoria si salva mentre l’Empoli torna alla vittoria superando il Verona col 12/o gol di Maccarone.

Questi i risultati della 34ma giornata di Serie A:

Napoli-Bologna 6-0
Sassuolo-Sampdoria 0-0
Juventus-Lazio 3-0
Roma-Torino 3-2
Udinese-Fiorentina 2-1
Chievo-Frosinone 5-1
Genoa-Inter 1-0
Empoli-Verona 1-0
Palermo-Atalanta 2-2
Milan-Carpi (questa sera alle 20:45)

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS