COMUNALI MILANO, PARISI: “LA MIA COALIZIONE E’ UNITA, QUELLA DI SALA NO” Il candidato di centrodestra: "La giunta Pisapia ha lasciato intere aree nel degrado. C'è molto da fare"

508
parisi

“La mia è una coalizione molto allargata e unita, dall’altra parte Sala ha una sinistra molto spaccata con due candidati che corrono contro di lui”. Ne è convinto Stefano Parisi, candidato sindaco di Milano per il centrodestra, intervistato da SkyTg24. L’imprenditore romano ha spiegato che la sua è una coalizione “non omogenea ma unita” che va dalla Lega Nord a Corrado Passera: “Sono stato pregato a lungo, c’è stata una pressione per due mesi affinché mi candidassi e l’ho fatto alle mie condizioni, nel mio stile”.

Parisi dice di avere “una coalizione ampia dove non c’è una ragione e un torto, ma due ragioni. La nostra è una proposta europea, credo nell’Europa e nel suo futuro ma sono d’accordo con Salvini, ma anche con Renzi, che l’Europa non stia facendo il suo mestiere e non stia gestendo come dovrebbe la questione degli immigrati”.

Secondo il candidato di centrodestra, a Milano “c’è molto da fare perché la giunta Pisapia ha completamente dimenticato intere aree della città che oggi sono molto degradate”, con “livelli di disintegrazione sociale e di criminalità diffusa anche all’interno di palazzi assolutamente intollerabile. Oggi – ha concluso – sono stato nel quartiere San Siro dove c’è un vero e proprio racket delle case occupate e su questa cosa non si è mai intervenuti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS