M5S RICEVUTO IN QUIRINALE, MATTARELLA: “ALA E’ MAGGIORANZA AGGIUNTIVA” Il capo dello Stato: "Il mio parametro è la Costituzione. Se ci fossero i presupposti interverrei". I grillini: "Il capo dello Stato condivide la preoccupazione sulla decretazione d'urgenza"

456
mattarella

“Non ho ravvisato motivi per intervenire secondo la Costituzione”. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo ha detto ai rappresentati dei gruppi parlamentari del M5s che questa mattina si sono recati al Quirinale per sottoporre al capo dello Stato il “caso” Ala, il movimento che fa riferimento a Denis Verdini, passato tra le fila della maggioranza. Mossa che, secondo i pentastellati, avrebbe di fatto cambiato la coalizione a sostegno del governo.

“Voi mi dite che alla maggioranza di governo si è aggiunto un gruppo che non ne faceva parte – ha spiegato Mattarella -. Il mio parametro di comportamento è la Costituzione. Se ravvisassi motivi per intervenire lo farei”. Ma questi presupposti, per l’inquilino del Colle, al momento non ci sono. “Per Mattarella – hanno affermato i grillini al termine del vertice – Ala e Verdini sono maggioranza aggiuntiva ma non sostitutiva. Il capo dello Stato ci ha detto che se dovesse divenire sostitutiva interverrebbe in qualche modo”.

Il M5s ha anche posto il problema della “decretazione d’urgenza” e il Presidente “ha condiviso le nostre preoccupazioni sul fatto che il Parlamento non ha più potere legislativo: è un suo cruccio”. Mattarella, poi, “ha riconosciuto benissimo che uno dei principali problemi dell’Italia è la corruzione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS