LA NUTELLA COMPIE 52 ANNI: DAL 1964 È LA CREMA PIÙ FAMOSA DEL MONDO

545
nutella

Era il 20 aprile del 1964 quando dallo stabilimento piemontese della Ferrero uscì il primo vasetto di Nutella, la crema alle nocciole più famosa e amata del mondo, nata per caso e per motivi decisamente “pratici”. Non tutti sanno, infatti, che la creazione della Nutella è dovuta ai dazi sull’importazione dei semi di cacao, all’epoca molto alti, che scoraggiavano i pasticceri a produrre cioccolato tradizionale, spingendoli a  mischiare il cacao con materie più economiche e reperibili, come le nocciole.

Nel 1947 Pietro Ferrero, titolare di una pasticceria ad Alba, decise di creare e commercializzare una pasta al gianduia, la “Pasta Giandujot”, che era venduta in blocchi e da taglio. Successivamente, la pasta fu trasformata in crema e venduta in grandi barattoli: nasceva così la “Supercrema”, quella che può essere definita l’antenata della Nutella.

Partendo dalla ricetta della “Supercrema”, Michele Ferrero, erede di Pietro, decise di rinnovare la formulazione con l’intenzione di esportare il prodotto in tutta Europa: la composizione venne modificata, così come l’etichetta e il nome divenne “Nutella”, basato sul termine “nut”, che in inglese vuol dire nocciola. Nel 1963 il logo e il marchio vennero registrati e l’anno successivo, il 20 aprile del 1964, il primo barattolo di Nutella uscì dalla fabbrica. Nacque così uno prodotti italiani più conosciuti al mondo, diventato col tempo così popolare da aver ispirato film, canzoni e libri.

Oggi la Nutella è probabilmente la crema spalmabile più diffusa al mondo: i dati riportati nell’ultimo rapporto dell’Ocse dichiarano che sono 350 mila le tonnellate prodotte ogni anno e sempre l’Ocse ha definito la crema un prodotto esemplare nell’economia di globalizzazione, merito delle 9 fabbriche distribuite in tutti i continenti e degli ingredienti utilizzati provenienti da diverse parti del mondo.

Nonostante i numerosi tentativi di imitazione, la Nutella resta un prodotto inimitabile e insostituibile, una golosità che tutti possono permettersi e che ormai è entrata a far parte della nostra cultura gastronomica, imponendosi come “eccellenza” made in Italy.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS