ROMA TRE: STUDENTE SI UCCIDE DAVANTI ALLA FACOLTA’ DI INGEGNERIA Il giovane si è tolto la vita con un colpo di pistola. Ignote al momento le cause del gesto. L'Ateneo sospende le lezioni

616
roma tre

Un giovane di 26 anni si è suicidato con un colpo di pistola davanti all’ingresso della facoltà di Ingegneria dell’università Roma Tre. La deflagrazione ha messo in allarme i presenti che temevano un possibile attentato. Uno dei testimoni si è sentito male ed è stato trasportato all’ospedale S. Eugenio in stato di choc. La vittima sarebbe uno studente di Potenza iscritto al secondo anno di Igegneria meccanica. Sembra che l’arma fosse regolarmente detenuta dal ragazzo che se la sarebbe procurata proprio con il fine di togliersi la vita. I motivi del gesto sono ancora da chiarire ma pista più probabile è che possano essere legati alla sua carriera universitaria. Sembra che il giovane, infatti, fosse indietro con gli esami.

Dopo aver appreso la tragica notizia l’Ateneo ha deciso di sospendere le lezioni. “La comunità accademica di Roma Tre, costernata, si stringe attorno alla famiglia, agli amici e ai colleghi dello studente d’Ingegneria che stamattina si è tolto la vita nella sede di via della Vasca Navale – si legge in un comunicato del rettore Mario Panizza – e attività accademiche sono state sospese per tutta la giornata in segno di cordoglio. In un Ateneo come il nostro, che vive come un campus, il dolore è tangibile. Siamo tutti attoniti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS