A BOLOGNA UN INCONTRO INTERRELIGIOSO PER PROMUOVERE LA PACE Il concerto infatti inizierà all'aperto, sotto il portico prospiciente Strada Maggiore per raggiungere i tanti bolognesi e turisti che passeggiano nell'area pedonale e coinvolgerli in un progetto di pace"

626
bologna

A un anno dall’incontro interreligioso promosso dall’allora Arcivescovo di Bologna, cardinale Carlo Caffarra, che vide, il 16 aprile del 2015, pregare insieme, per la prima volta, cristiani, ebrei e musulmani, le tre comunità religiose si ritrovano, sabato, per il primo anniversario dell’evento, nella Basilica dei santi Bartolemeo e Gaetano riproponendo l’incontro accompagnate dalla Bologna Youth Chamber Orchestra, composta da giovani provenienti da tutto il mondo, che eseguirà brani musicali ispirati alla tre diverse tradizioni religiose.

Il nuovo appuntamento, ‘Insieme per invocare la pace’ si terrà in serata nella basilica sotto le Due Torri, inserito nel concerto dell’orchestra giovanile che ha animato anche l’incontro dello scorso anno. “La scelta del luogo nel cuore della città – ha osservato monsignor Stefano Ottaviani – collegato anche all’impegno per il dialogo di cui la parrocchia è da anni protagonista” e in cui il 12 giugno prossimo, alla presenza dell’Arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi, si terrà la preghiera pan ortodossa in preparazione al Sinodo di Cipro, “intende essere un invito a tutta la cittadinanza.

Il concerto infatti inizierà all’aperto, sotto il portico prospiciente Strada Maggiore per raggiungere i tanti bolognesi e turisti che passeggiano nell’area pedonale e coinvolgerli in un progetto di pace”. Nel dettaglio, la serata vedrà il concerto inframmezzato dagli interventi dei rappresentanti delle tre comunità religiose e , a conclusione dell’incontro, il taglio della torta per il primo anniversario.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS