MIGRANTI, TUSK: “PRONTI A DIMOSTRARE SOLIDARIETÀ A ITALIA E MALTA” Il presidente del Consiglio Ue ha parlato in occasione della Plenaria di Strasburgo

475
tusk

“Siamo pronti a dimostrare solidarietà a Italia e Malta”, lo ha detto il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, parlando alla Plenaria di Strasburgo e riferendosi ai possibili aumenti dei flussi di profughi in arrivo dalla Libia a seguito dell’ accordo per il rinvio di migranti e richiedenti asilo dalle isole greche verso la Turchia. E’ proprio l’accordo – raggiunto in occasione del Vertice dei Capi di Stato e di governo del 18 marzo a Bruxelles – ad essere al centro del dibattito di questa mattina al Parlamento europeo di Strasburgo. “Tutti hanno capito quanto è alta la posta in gioco – ha aggiunto Tusk -, troppo spesso in Europa si sono cercati alibi per giustificare l’immobilismo”.

Il presidente del Consiglio Ue ha chiarito che la rotta balcanica non è l’unico problema di cui l’Europa dovrebbe preoccuparsi: “è allarmante vedere quanti migranti si preparano a utilizzare la rotta del Mediterraneo centrale – ha commentato – serve che mostriamo solidarietà all’Italia ora per evitare uno scenario come quello dei Balcani in futuro”. Secondo Tusk, però, la questione non può essere affrontata allo stesso modo dei Balcani, “prima di tutto perché la Libia non è la Turchia”.

Proprio sul ruolo della Turchia, si è espresso anche il presidente della Commissione Europea, Jean Claude Juncker: “so bene che ci sono punti che mettono in evidenza divergenze tra Ue e Ankara, penso alla libertà di stampa, un tema su cui siamo fermi – ha precisato Juncker -. Ma credo che la cooperazione e l’intesa aprano opportunità al dialogo”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS