TRAGEDIA IN NEPAL, AUTOBUS FINISCE IN UNA SCARPATA: 22 MORTI il paese himalayano ha uno dei più alti tassi di decessi a livello globale: 1677 morti ogni 100mila vetture

481

Un autobus con a bordo 70 passeggeri è precipitato oggi in una scarpata in Nepal causando la morte di almeno 22 persone, fra cui sette donne, ed il ferimento di altre 30. Lo riferisce il quotidiano Republica di Kathmandu. L’ispettore di polizia Phurgeli Sherpa ha detto all’edizione online del giornale nepalese che l’autobus coinvolto nell’incidente era in viaggio dal capoluogo del distretto di Khitang verso la capitale dello Stato himalayano. All’altezza della località di Barkhetar, in una manovra per evitare delle pietre cadute sulla carreggiata, è precipitato in una scarpata di 200 metri.

Uno degli ultimi incidenti stradali, in cui avevano perso la vita 47 persone, si è verificato nello scorso gennaio. Anche in questo caso un’autobus, proveniente dal villaggio di Bhur, è uscito di strada dopo che il conducente aveva perso il controllo del mezzo. Il veicolo è precipitato in fiume.

All’inizio di questo anno, le vittime degli incidenti stradali sono diminuite, grazie soprattutto ad un blocco stradale ai confini del Nepal con l’India. In Nepal, in cui ci sono oltre 10mila chilometri di strade e meno della metà pavimentate, i media locali hanno ribattezzato la rete stradale come “autostrade della morte” perché il paese himalayano ha uno dei più alti tassi di decessi a livello globale: 1677 morti ogni 100mila vetture. Si tratta di un tasso 100 volte superiore a quello del Giappone e 10 volte superiore a quello dell’India, secondo l’Oms.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS