COREA DEL NORD, AUMENTA IL NUMERO DELLE DISERZIONI VERSO IL SUD Secondo stime del governo di Seul, nel primo trimestre del 2016 il numero di disertori è salito del 17,5% su base annua: 342 unità contro 291

644
diserzioni

Aumenta quotidianamente il numero dei disertori in Corea del Nord. Dopo i 13 che hanno disertato la scorsa settimana, altri 5-7 colleghi hanno seguito il loro esempio. Sette giorni fa, il gruppo di 13 nordcoreani che lavorava in un ristorante presso la città cinese di Ningbo, aveva disertato in massa (non avveniva dal 2011), raggiungendo il Sud attraverso la Thailandia ed il Laos. Lo riferisce l’agenzia Yonhap secondo cui, dopo il clamore causato dalla notizia, le autorità sudcoreane stanno aspettando il momento migliore per il trasporto dei disertori a Seul. I ristoranti nordcoreani all’estero rappresentano una delle principali entrate della pregiata valuta straniera nelle casse di Pyongyang e si stanno dimostrando anche una via di fuga per quanti non appoggiano il regime di Kim.

Secondo stime del governo di Seul, nel primo trimestre del 2016 il numero di disertori è salito del 17,5% su base annua: 342 unità contro 291. Dagli elaborati emerge che il totale delle diserzioni ha superato le 29.000 unità, di cui 1.280 nel 2015. Il partito al potere, Saenuri della presidente Park Geun-hye, intende dimostrare la piena determinazione nell’affrontare la questione nordcoreana, con un occhio anche alle elezioni politiche per il rinnovo dell’Assemblea nazionale che avverranno domani, come precisato dal Global Times, quotidiano cinese vicino al governo di Pechino.

Per il quotidiano sudcoreano The Hankyoreh, domani il partito al governo dovrebbe ottenere agevolmente la maggioranza alle elezioni generali. Con l’opposizione ancora divisa a poche ore dal voto, il Minjoo non dovrebbe avere la forza per mettere in serio pericolo la vittoria della maggioranza uscente. Le previsioni danno 155 su 170 seggi al Saenuri, che dovrebbe facilmente prendere più della metà dei 122 seggi in palio nell’area metropolitana di Seul e oltre 20 dei 27 nella regione di Chungcheong. La maggior parte degli esperti vedono improbabile la possibilità che il Minjoo riesca a ottenere cifre oltre i 95 seggi, ben al di sotto del 107 ottenuti nel parlamento uscente. Il Partito popolare dovrebbe prendere tra i 16 e i 20 seggi nel Honam, oltre a sette degli 11 posti nella quota proporzionale. Il Partito della Giustizia, infine, dovrebbe vincere circa sette-otto seggi in tutto.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS