LIBIA, ENTRO IL 18 APRILE TOBRUK VOTERA’ SUL GOVERNO DI SARRAJ Nel frattempo la Germania ha deciso di destinare 3 milioni di euro al consiglio presidenziale guidato da Fayez al Sarraj per far fronte "alle necessità per l'infrastruttura di sicurezza"

672
sarraj

Il vicepresidente dell’Assemblea, Emhemed Shouaib, ha annunciato in una conferenza stampa al Cairo che il Parlamento di Tobruk (Hor) si riunirà in una seduta straordinaria per discutere e votare l’accordo politico libico e il nuovo governo di unità “entro il 18 aprile”. La decisione è stata maturata dopo gli incontri nella capitale egiziana tra Shouaib e il presidente del Parlamento, Aquila Saleh, considerato un oppositore del governo Sarraj. Inoltre secondo alcune fonti il governo potrebbe già riunirsi giovedì 14 aprile.

Meno di una settimana fa era stato l’inviato dell’Onu per la Libia, Martin Kobler che su twitter aveva ribadito che “il parlamento di Tobruk resta l’organo legittimo ad esprimere il suo appoggio al governo di unità libico”, inoltre aveva invitato “il parlamento a tenere una sessione per votare in piena libertà sul governo”. Inoltre, sempre affidando un messaggio al social dei cinguettii Kobler aveva dichiarato che era giunto il momento per la riconciliazione e per “tendere la mano per raggiungere una mutua comprensione su una Libia unita. Il popolo libico vuole pace e prosperità”, aveva concluso l’inviato dell’Onu.

Nel frattempo la Germania ha deciso di destinare 3 milioni di euro al consiglio presidenziale guidato da Fayez al Sarraj per far fronte “alle necessità per l’infrastruttura di sicurezza”. Lo scrivono i media libici. Il ministro degli Esteri di Berlino, Frank-Walther Steinmeier ha avuto una conversazione telefonica con Sarraj per esprimergli l’appoggio tedesco. La Germania, secondo i media, ha in programma un’altra tranche da 10 milioni di euro da destinare al governo per dare il via ai progetti di ricostruzione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS