UCRAINA, IL PREMIER YATSENIUK ANNUNCIA LE DIMISSIONI Da due mesi la coalizione di governo chiedeva l'abbandono dell'esecutivo del Primo Ministro

817
ucraina

Dopo due mesi di pressioni da parte della coalizione di governo, il premier dell’Ucraina, Arseny Yatseniuk, ha annunciato le dimissioni. “Ho preso la decisione di dimettersi”, ha detto il Primo Ministro ucraino intervenendo al programma ‘Dieci minuti con il primo ministro’, trasmesso da diversi canali della tv ucraina. Lo scorso 16 febbraio, il Parlamento ucraino aveva respinto una mozione di sfiducia presentata contro il governo di Kiev; in quella votazione, i sì alla sfiducia furono 149, molto meno del minimo previsto di 226 che erano necessari ad approvare la mozione.

Il giorno dopo il partito Patria, di Yulia Tymoshenko, aveva lasciato la coalizione di governo. A registrare la mozione di sfiducia fu proprio il leader del partito Blocco di Petro Poroshenko, Yuri Lutsenko. Prima del voto in aula, il presidente ucraino, Poroshenko, aveva chiesto le dimissioni del governo di Kiev, affermando che la società aveva “ritirato la fiducia” all’esecutivo guidato da Yatseniuk, precisando che, a suo parere, non ci saranno elezioni anticipate, ma che il nuovo esecutivo doveva essere formato dagli stessi partiti che costituiscono l’attuale maggioranza parlamentare, compreso il Fronte popolare di Yatseniuk.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS