SIRIA, IL PATRIARCA ORTODOSSO: “ALMENO 21 CRISTIANI TRUCIDATI DALL’ISIS” La città DI Al-Qaryatayn è stata semidistrutta dall’Isis il 5 agosto 2015, facendo prigionieri diversi civili cristiani

572
siria

Almeno 21 cristiani sono stati trucidati dai jihadisti dell’Isis ad Al-Qaryatayn, a sud est di Homs in Siria, prima che la cittadina venisse liberata la scorsa settimana dalle forze di Damasco sostenute dall’aviazione russa. Lo ha rivelato il patriarca della chiesa ortodossa siriaca, Ignazio Aphrem II, all’emittente britannica Bbc. Alcuni cristiani – secondo le parole del vescovo – sarebbero stati uccisi mentre tentavano la fuga; altri, sono stati trucidati per essersi rifiutati di assoggettarsi e convertirsi all’Islam.

La città è stata semidistrutta dall’Isis il 5 agosto 2015, facendo prigionieri diversi civili cristiani. Il Califfato aveva anche raso al suolo l’antico monastero di Mar Elian, anche noto come San Giuliano d’Emesa, un monastero cattolico risalente al V secolo che ospitava la tomba del V secolo di san Elian ed era luogo di pellegrinaggio. L’Isis aveva diffuso in rete le immagini che mostravano le fasi della distruzione del luogo di culto e la profanazione della tomba del santo.

Secondo la testimonianza del Priore della comunità monastica, padre Jacques Murad, le reliquie furono sparse nei dintorni del sepolcro e pertanto ora potranno essere ricomposte. Il monoastero di Elian è divenuto tristemente famoso, in Italia, perché nel 2000, venne rifondato dal padre gesuita italiano Paolo Dall’Oglio, rapito dallo Stato islamico il 29 luglio 2013. Sulla sorte del religioso, non si hanno ancora oggi notizie certe.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS