IDOMENI, LA POLIZIA MACEDONE SPARA FUMOGENI CONTRO MIGRANTI

640
  • English
migranti

Scoppia la tensione al confine tra Macedonia e Grecia, dove la polizia macedone ha usato nuovamente fumogeni e gas lacrimogeni contro i migranti (oltre 500) che cercavano di abbattere la barriera di confine al campo di Idomeni, in Grecia. Lo riporta Sky News in un tweet. A scatenare la reazione della polizia, il gesto dei profughi che hanno tentato di sfondare la recinzione. Quando le forze dell’ordine hanno sparato gas lacrimogeni e bombe assordanti contro di loro, i migranti hanno risposto lanciando pietre e sassi contro gli agenti. Secondo i media macedoni, la polizia greca, presente anch’essa sul posto,  non é intervenuta.

Riportando la testimonianza di un testimone, il quotidiano ‘Vecer’ sul suo sito scrive che il gruppo avrebbe tentato di sfondare la barriera dopo aver sentito parlare gli attivisti delle diverse organizzazioni non governative di una possibile imminente apertura dei confini tra Macedonia e Grecia. Quando la polizia macedone ha negato queste voci, i migranti, tra i quali c’erano anche donne e bambini, hanno tentato di scavalcare la recinzione fatta di filo spinato per entrare in Macedonia.

Decine di migranti sono rimasti feriti durante gli scontri. Medici Senza Frontiere denuncia l’accaduto con toni forti. “Decine di persone sono state ferite, molti hanno problemi respiratori e tre di essi sono stati trasferiti all’ospedale di Kilkis”, ha detto Achileas Tzemos, un responsabile di Msf. La polizia macedone ha reso noto che tre agenti sono stati feriti dal lancio di pietre.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS