USA 2016, PRIMARIE DEMOCRATICHE: SANDERS VINCE I CAUCUS IN WYOMING Il senatore si è aggiudicato il 56,1% delle preferenze e 14 delegati, accorciando sempre più le distanze che lo separano dalla ex first lady

572
sanders

Otto vittorie nelle ultime nove corse elettorali, la settima consecutiva. Con il 56,1% delle preferenze – quando ne erano stati scrutinati solo l’87% sul totale – il senatore Bernie Sanders si è aggiudicato la vittoria delle primarie democratiche in Wyoming, lasciando la sua rivale per la nomination alla Casa Bianca, Hillary Clinton, ferma al 43,9% dei voti. Il candidato democratico allunga così la sua recente scia di vittorie che lo ha visto prevalere nello stato di Washington, in Alaska, in Idaho, in Utah, nelle Hawaii e in Wisconsin.

Nei caucus democratici del Wyoming erano in palio 14 delegati. Si assottiglia così il vantaggio, proprio in termini di delegati conquistati, da parte della Clinton, che però ha scelto di non fare campagna elettorale in Wyoming puntando tutto sulle prossime grosse primarie nello stato di New York il 19 aprile e in Pennsylvania il 26 aprile, dove il bottino di delegati è molto più importante con la possibilità di imprimere la svolta finale alla campagna per la conquista della nomination. Ma l’impresa della Clinton, ossia conquistare New York sembra essere più complicata del previsto. Infatti – anche se nei sondaggi guida con il 54% delle preferenze – la Grande Mela è la città dove Bernie Sanders è cresciuto, infatti il senatore è originario di Brooklyn.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS