USA 2016, TRUMP RAFFORZA LO STAFF IN VISTA DELLE PRIMARIE DI NEW YORK Il miliardario incassa anche il sostegno dell'ex sindaco Rudy Giuliani

563
trump

Donald Trump ritocca lo staff della campagna elettorale rafforzandolo in vista delle primarie di New York. Gli elettori della grande mela saranno infatti chiamati a scegliere il proprio candidato il prossimo 19 aprile. In una nota, Trump ha annunciato che Paul Manafort, uno dei veterani del suo staff, acquisterà un ruolo maggiore, sopperendo in parte anche a Corey Lewandowski, che ha assunto un ruolo minore dopo le accuse di percosse. “Il processo per la nomination è arrivato a un punto che richiede una persona esperta con problemi complessi coinvolta in queste fasi finali”, ha affermato Trump in una nota.

Il miliardario ha anche incassato il sostegno di Rudy Giuliani, l’ex sindaco di New York, ancora amatissimo: “Sostengo Trump, voterò per Trump, otterrà più del 50% dei consensi” ha dichiarato l’ex primo cittadino. Rudolph William Louis Giuliani, nipote di emigrati pistoiesi, fu sindaco di New York per il Partito Repubblicano dal 1º gennaio 1994 al 31 dicembre 2001; viene ricordato per aver attuato il programma “tolleranza zero” contro la criminalità della Grande Mela.

Le primarie americane più contese degli ultimi quarant’anni sono diventate ancora più incerte dopo il voto di martedì scorso in Wisconsin che ha visto Ted Ceruz doppiare il favorito Trump e, per i democratici, Sanders vincere sulla Clinton. La netta vittoria di Cruz ha reso molto probabile, in casa repubblicana, una “brokered Convention” (ossia senza un candidato sicuro) quando il Gop si riunirà a Cleveland in luglio. L’ultima Convention senza un candidato definito prima dell’apertura era avvenuta nel 1976, quando i repubblicani avevano preferito Gerald Ford a Ronald Reagan. Risultato: Jimmy Carter era andato alla Casa Bianca. Tra i democratici, il successo di Sanders ha alimentato la speranza del magnate di avere delle chances concrete contro Hillary Clinton durante il congresso che il partito terrà, sempre a luglio, a Philadelphia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS