GUERRA AI RATTI: MULTE DA 500 EURO PER CHI LASCIA I RIFIUTI FUORI DAI LOCALI Arriva l'ordinanza di Troca per combattere la proliferazione dei topi nella Capitale. Vietato anche dare da mangiare a cani e gatti

577
roma topi

Il Campidoglio dichiara guerra ai topi. Dopo le vergognose foto che mostrano numerosi ratti girare indisturbati per le strade della Capitale il commissario straordinario, Francesco Paolo Tronca, ha deciso di usare le maniere forti. L’ordinanza varata dal Comune prevede multe sino a 500 euro per chi lascia i rifiuti fuori dai locali e per chi non provvede alla pulizia di cortili e spazi privati. Stessa sanzione anche a chi darà da mangiare a gabbiani e piccioni. Il provvedimento rafforza l’attività di derattizzazione e disinfestazione messe in atto da Ama e dal Palazzo Senatorio.

Chi ha la disponibilità o la titolarità di immobili e spazi e ai proprietari e i titolari e i gestori di attività connesse alla produzione, conservazione o distribuzione di alimenti sarà tenuto a fronteggiare la proliferazione dei roditori. I Municipi dovranno, a mezzo della polizia Roma Capitale e dei Dipartimenti di Prevenzione delle Asl, garantire il rispetto dell’ordinanza e, in caso di inadempienze, potranno comminare multe che vanno dai 50 ai 500 euro.

Va male anche alle “gattare”: nelle aree pubbliche sarà infatti vietato “distribuire alimenti a cani, gatti e altri animali appartenenti alla fauna selvatica”. Infine è previsto l’obbligo di “mantenere pulite le aree esterne delle proprietà private” di eseguire “lo sfalcio periodico dell’erba delle aree esterne alla proprietà o delle aree di conduzione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS