CANTONE: “C’E’ UN MOMENTO DI STANCHEZZA NELLA LOTTA ALLA MAFIA” Il presidente dell'Anac a "Porta a Porta": "L'antimafia sociale è in crisi". Alfano: "Continuiamo a combattere"

533
cantone

“C’è un momento di stanchezza nella lotta alla mafia”. Lo ha detto il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, durante l’ultima puntata di Porta a Porta, dedicata proprio alla lotta contro la criminalità organizzata dopo il caos generato dall’intervista di Bruno Vespa a Salvo Riina, figlio dell’ex Capo dei Capi di Cosa Nostra.

Cantone ha ricordato con amarezza il fatto il fatto che, qualche tempo fa “un giornalista italiano ha parlato di Saviano etichettandolo come un mafiosetto”. Per il numero uno dell’Anticorruzione “qualche tempo fa ci sarebbe stata una reazione diversa”. Adesso invece, “se ne è parlato un po’ sui blog”. A parere del magistrato “c’è un momento di crisi vera nell’antimafia sociale” e i beni confiscati alla mafia “vengono lasciati marcire”.

“Lo Stato ha un nemico, la mafia, la combatte, e noi consideriamo questi uomini uomini maledetti” ha affermato, invece, Angelino Alfano, ospite anche lui di “Porta a Porta”. Noi, ha proseguito il ministro degli Interni, “riteniamo che questi uomini meritino il carcere duro, privati dei loro beni”, e lo Stato continuerà a combattere i mafiosi: “Non daremo loro né tregua, né pace”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS