SUDAN, IL PRESIDENTE BASHIR: “NEL 2020 LASCERO’ LA GUIDA DEL PAESE” In un'intervista alla Bbc il capo di Stato ha rivendicato i risultati raggiunti sul piano del risanamento economico

614
bashir

Il presidente del Sudan Omar al Bashir lascerà al guida del paese nel 2020, al termine del suo mandato. Lo ha dichiarato lo stesso al Bashir in un’intervista rilasciata all’emittente britannica “Bbc”. “Nel 2020 ci sarà un nuovo presidente, io sarò l’ex capo dello Stato”, ha detto al Bashir.

Il capo dello Stato africano ha quindi chiesto all’Occidente e agli Stati Uniti di essere “onesti” nella loro valutazione della situazione in Sudan, sottolineando gli sforzi compiuti dal suo governo per raggiungere la pace in Darfur, nel Sud Kordofan e nel Nilo Azzurro. Il presidente sudanese ha quindi rivendicato i risultati raggiunti nel risanamento economico del paese dopo la secessione del Sud Sudan nel 2011.

Il Sudan ha perso il 75 per cento delle sue riserve di petrolio dopo la secessione del luglio 2011. Bashir, al potere dal 1989, è stato incriminato dalla Corte penale internazionale (Cpi) nel 2008 per presunti crimini di guerra e genocidio commessi durante il conflitto del Darfur.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS