ATTIVITA’ FISICA: L’OMS FISSA LE “DOSI MINIME” PER STARE IN SALUTE Sono queste le raccomandazioni dettate dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) nell'edizione della "Strategia per l'attività fisica OMS-2016-2020" per l'Europa

711
attività fisica

Quanto tempo dovremmo dedicare all’attività fisica per rimanere in salute? Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) non è necessario uccidersi in palestra o correre fino allo sfinimento sui belvederi della nostra città, ma sarebbero sufficienti 20 minuti di attività fisica al giorno, per un totale di almeno 150 minuti a settimana per mantenere il benessere fisico e mentale della popolazione di adulti ed anziani.

Per i giovani, invece, la “dose minima” di attività fisica deve essere di almeno 60 minuti al giorno. Sono queste le raccomandazioni dettate dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) nell’edizione della “Strategia per l’attività fisica OMS-2016-2020” per l’Europa, la cui edizione in Italia è stata curata, dall’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti. L’Oms nel suo report lancia l’allarme inattività sopratutto tra i giovani ed in particolare tra le ragazze.

L’obiettivo è quello di far crescere i livelli di attività fisica tra adulti, anziani ma anche bambini, per il raggiungimento di altri tre obiettivi mondiali: “ottenere una riduzione relativa del 25% della mortalità precoce dovuta a malattie cardiovascolari, tumori, diabete o malattie respiratorie croniche; ottenere una riduzione relativa del 25% della prevalenza dell’ipertensione, oppure, a seconda della situazione nazionale, contenere la prevalenza dell’ipertensione; fermare l’aumento del diabete e dell’obesità”.

Inoltre, sul tema dell’inattività L’Oms fa un quadro della situazione tra i giovani: “L’aumento della sedentarietà di bambini e adolescenti desta allarme. Solo il 34% degli adolescenti europei di età compresa tra 13 e 15 anni è fisicamente attivo ai livelli consigliati dalle presenti linee guida. Ciò contribuisce – conclude l’Oms – all’aumento dei bambini sovrappeso ed obesi in Europa”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS