MALTEMPOIN PAKISTAN: SALGONO A 70 I MORTI CAUSATI DALLE PIOGGE Fino ad oggi, dallo scorso marzo, 104 persone sono morte ed altre 78 hanno riportato ferite di varia entità, mentre le case danneggiate sono state 2.428

586
pakistan

E’ salito a 70 il numero delle persone morte negli ultimi giorni a causa di violente piogge nelle regioni centrali e settentrionali del Pakistan, che hanno causato inondazioni e crolli di molte abitazioni. Lo hanno reso noto fonti dei soccorritori pachistani. Secondo un comunicato della Authority nazionale per la gestione dei disastri (Pdma) le province più colpite ultimamente sono state quelle di Khyber Pakhtunkhwa e di Gilgit-Baltistan, dove 374 case sono state totalmente o parzialmente distrutte e 61 persone hanno perso la vita.

Per l’occasione la stessa Pdma ha riassunto il bilancio complessivo delle vittime dell’ondata di maltempo cominciata quasi un mese fa, il 9 marzo, e che ha interessato molte province pachistane (Khyber Pakhtunkhwa, Fata, Kashmir, Punjab e Baluchistan). Fino ad oggi, infatti, 104 persone sono morte ed altre 78 hanno riportato ferite di varia entità, mentre le case danneggiate sono state 2.428.

Lo scorso marzo, un’altra ondata di maltempo – con piogge torrenziali e inondazioni – aveva causato la morte di oltre 30 persone, 17 delle quali nella provincia del Baluchistan. Inoltre più di 50 abitazioni erano state demolite dalla furia degli elementi. In quel periodo però, l’incidente più grave era stato il crollo di una galleria in una miniera della zona nord-occidentale, in cui hanno perso la vita otto lavoratori e altri quattro risultano dispersi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS