TENNESSEE, IL GOVERNO DICHIARA LA BIBBIA IL LIBRO UFFICIALE DI STATO Il Senato e la Camera dei deputati hanno approvato il progetto di legge. Ora manca solo il parere del governatore

443
tennessee

Svolta cristiana in Tennessee, Stato americano con capitale Nashville. Il Senato ha approvato il progetto di legge – presentato dalla Camera dei deputati – che rende la Bibbia il libro ufficiale dello Stato. Un via libera che va contro quanto previsto dalla stessa Costituzione che dichiara testualmente: “nessuna preferenza va data per legge a una religione”. Il testo approderà ora sul tavolo del governatore repubblicano, Bill Haslam, che non ha ancora chiarito se opporrà o meno il suo veto.

La Camera dei rappresentanti, che è a maggioranza repubblicana, aveva precedentemente approvato il testo con 55 voti a favore e 38 contrari. Ora, dopo il sì del Senato, l’ultima parola spetta al governatore dello Stato che, in precedenza, aveva definito la legge “irrispettosa”. Sponsor dell’iniziativa il repubblicano ed ex sacerdote Jerry Saxton, mentre il ministro della Giustizia del Tennessee, Herbert Slatery, aveva intimato ai deputati di non procedere perché la legge sarebbe andata contro il principio costituzionale della divisione tra Stato e Chiesa, valido sia a livello federale che locale. Gli stessi timori avevano in passato bloccato simili leggi in Mississippi e Louisiana, ma non in Tennessee, dove – tra l’altro – la pistola calibro 50 è stata dichiarata arma ufficiale dello Stato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS