ECCO LA MAPPA DEI COMUNI PIU’ RICCHI D’ITALIA Il più povero, Val Rezzo, anch'esso in Lombardia, con soli 5417 euro dichiarati al fisco

3768
mappa

Qual è il comune più ricco d’Italia? Quest’anno i fortunati a vincere l’ambito primo posto sono stati gli abitanti di Basiglio, un Comune di 7000 abitanti non lontano da Milano. Il loro reddito è infatti il più alto dello stivale: nel 2014 è stato di 42.041 euro. Al contrario, il centro più povero è Val Rezzo, un Comune sempre lombardo, una zona montana, con meno di 2.000 abitanti, in provincia di Como: qui l’imponibile medio dichiarato al fisco è di 5.417 euro. La classifica dei redditi degli italiani è stata elaborata dalla start up di studi economici Twig sulla base dei dati sugli imponibili fiscali pubblicati la settimana scorsa dal Dipartimento delle Finanze.

Leggendo la classifica, è facile notare come – forse non casualmente – i Comuni più ricchi d’Italia siano tutti lombardi: Basiglio, Badia Pavese e Cusago. A Basiglio, solo per fare due calcoli, il reddito medio è 42.041 a fronte di un dato medio italiano di soli 16,400. Segue Badia Pavese (Pavia) con 36.486 euro e Cusago (Milano) con un reddito medio di 36.393. Nonostante i centri più poveri si concentrino nel Meridione in particolare in Calabria, Molise, Campania e nelle isole Maggiori, gli ultimi in classifica sono a sorpresa tre paesi di montagna situati al Nord: uno nel Verbano-Cusio-Ossola, Cursolo-Orasso (6.753 euro) e due nel Comasco, Cavargna (5.563) e Val Rezzo (5.417 euro).

Tra i capoluoghi, altra vittoria lombarda: in vetta c’è Milano (30,156 euro); seguono Bologna (24,616), Roma (24,577), Firenze (23,624), Cagliari (23,220), Trento (23,025), Torino (22,542), Venezia (21,847), Genova (21, 790), Trieste (21,716), Ancona (21,396), Perugia (20,625) Lecce (20,516) e Bari (20,145). Sotto i 20mila euro, Napoli (19,880), Palermo (19,389), Campobasso (19,005) Reggio Calabria (18,016). Se, come evidenziato dalle statistiche, anche all’interno di singole (ricche) regioni sono presenti divari profondi, l’Italia si conferma essere un paese spaccato in due: è infatti evidente la profonda differenza fra Nord e Sud.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS