“…IO CI SONO”: A MILANO UNA SERATA IN ONORE DI GABER L'evento rientra nella rassegna "Milano per Gaber", che si terrà dal 26 aprile al 6 maggio

517
gaber

Si chiama “…Io ci sono” ed è una serata in onore di Giorgio Gaber – che rientra nella rassegna “Milano per Gaber” (dal 26 aprile al 6 maggio) – durante la quale alcuni dei migliori interpreti della musica “nuova” si confronteranno, per la prima volta, con l’opera del compianto artista milanese. L’appuntamento è per il prossimo 6 maggio alla “Santeria Social Club” di Milano.

È stata la stessa Fondazione Gaber a individuare e scegliere gli artisti che si esibiranno, proponendo i brani di Gaber che hanno influenzato il loro percorso musicale. Si tratta di Appino dei “The Zen Circus”, dei “Brunori Sas”, di Lodo Guenzi de “Lo stato sociale” e di Tommaso Paradiso di “Thegiornalisti”. Questi giovani talenti sono stati chiamati perché nella loro produzione, dando grande importanza alla parola e alla riflessione, sono costantemente pronti a nuove ricerche di forme espressive, tutti elementi tipici del pensiero di Gaber. Come ha spiegato la Fondazione: “riteniamo che la musica indie sia caratterizzata da una certa indipendenza artistica, alternativa a quella commerciale. Per questo motivo la scelta è in perfetta sintonia con la proposta del movimento musicale che è affine al percorso di Gaber, punto d’incontro con la sua eredità artistica”.

“…Io ci sono” è nato nel 2012 come disco-tributo, un cofanetto che contiene 3 Cd contenenti 50 reinterpretazioni dei brani del cantautore fatte da altrettanti artisti italiani che negli anni hanno partecipato al Fastival teatro canzone Giorgio Gaber, ma è divenuto nel tempo un vero e proprio progetto che si concentra sulla musica indipendente, la cosiddetta “indie”, un movimento musicale che si sviluppa dal basso e che, pur non godendo  della spinta promozionale delle multinazionali e dei mass media, sta vivendo un momento di grande espansione.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS