FESTA DEGLI ALBERI: LA COREA DEL SUD CELEBRA IL “SIKMOGIL”

825
alberi

Oggi, in Corea del Sud, si celebra la Festa degli alberi – in coreano “Sikmogil”, letteralmente “ giorno per piantare ” – una ricorrenza che cade ogni 5 aprile. Fu il primo presidente della Corea del Sud, Rhee Syng-man, a stabilire che il Paese dovesse festeggiare il verde con una giornata interamente dedicata alla natura. Nel 1949, quindi, con un decreto presidenziale fu stabilito che i cittadini si dedicassero alla coltivazione e di piante e alberi, con l’obiettivo di combattere la deforestazione causata dalle conseguenze della Guerra di Corea. Da allora, l’evento si ripete ogni anno, nonostante abbia perso il suo status di festa ufficiale.

Durante la giornata, tutti i cittadini sono incoraggiati dal governo a piantare nuovi alberi, con l’unica accortezza che siano adatti al clima del territorio. Negli anni non bisestili, la festa coincide con un’altra ricorrenza sud coreana chiamata “Hanshik”: in questo giorno, i cittadini commemorano i loro antenati e visitano i cimiteri. Spesso, quando le due feste coincidono, si piantano alberi nei pressi delle tombe dei familiari.

Gli alberi e la loro coltivazione sono un aspetto fondamentale della cultura coreana, che si basa principalmente sull’agricoltura. Oggi, però, questa festa ha un significato ancora più importante: non solo piantare un albero aiuta a evitare disastri naturali come frane e alluvioni, ma è un gesto importantissimo per combattere i livelli di inquinamento atmosferico e regalare un po’ di ossigeno al pianeta.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS