LIBIA, L’ONU CONTINUA A SOSTENERE IL GOVERNO DI AL-SERRAJ Il nuovo governo di unità nazionale ha ottenuto anche l'appoggio della Banca centrale libica

542
libia

Si fa sempre più evidente il sostegno dell’Onu nei confronti di Fayez al-Serraj, il Primo Ministro del governo di unità nazionale libico, arrivato pochi giorni fa a Tripoli su un gommone, essendogli stata negata l’autorizzazione al volo dagli oppositori insediati nel governo “ribelle”.

“Il parlamento di Tobruk resta l’organo legittimato ad esprimere il suo appoggio al governo libico di unità nazionale- specifica su Twitter l’inviato dell’Onu per la Libia, Martin Kobler – ma è il momento di riconciliare e di tendere la mano per raggiungere una mutua comprensione su una Libia unita. Il popolo libico vuole pace e prosperità”.

Dopo il sostegno delle Nazioni Unite, al- Serraj è riuscito a ottenere anche quello della Banca centrale libica e delle guardie petrolifere e della compagnia petrolifera nazionale, appoggi importanti da un punto di vista economico, che potrebbero garantirgli una maggiore stabilità politica.

Intanto, il governo islamista di Tripoli sembra si stia sfaldando e il suo leader, Khalifa Gwell, ha abbandonato la città, anche se fonti locali affermano che si sia solo momentaneamente allontanato per far visita alla famiglia . A preoccupare il governo di unità nazionale, però, è soprattutto una possibile reazione dell’Isis, che potrebbe cercare di sabotare al -Serraj e il suo operato: proprio per questo, al nuovo Primo Ministro serve un esercito in grado di difendere il governo e legittimarlo ancora di più.

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS