RENZI: “L’ITALIA PUO’ SCRIVERE UNA PAGINA NUOVA PER IL FUTURO” Il premier a Chicago: "In Europa vediamo il domani come una minaccia". Endorsment di Marchionne: "Voterei per lui"

473
renzi-marchionne-640

“L’Italia è in un momento particolare, molto buono. Dopo molte polemiche siamo finalmente in grado di creare e scrivere una nuova pagina per il futuro”. Lo ha detto Matteo Renzi durante il suo intervento all’incontro Italia-Usa sul manifatturiero a Chicago. “Il Parlamento ha approvato molte riforme, come quella per il mercato lavoro, il jobs act e abbiamo cambiato la legge elettorale che dà garanzie di stabilità”.

In Europa, ha aggiunto il premier, “spesso abbiamo paura del futuro, lo consideriamo come minaccia e non come opportunità. Noi possiamo combattere il terrorismo e lo possiamo sconfiggere ovunque ma serve un differente approccio, perché il rischio è proprio quello di chiudersi nella paura”.

“Se me lo chiedete, in Italia voterei per Renzi” ha affermato l’ad di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, durante il forum organizzato dall’Istituto per il commercio estero. Un evento in cui le imprese italiane leader nell’innovazione tecnologica si sono presentate al mercato americano, terra promessa di opportunità. Marchionne – arrivato a sorpresa nella sede della Booth School della Università di Chicago – ha ribadito la sua fiducia nel capo del governo e nel cammino di riforme intrapreso. Agli occhi di Marchionne, un merito ha soprattutto il premier: quello di aver garantito un minimo di stabilità.

“Renzi ha parlato qui di stabilità – ha spiegato l’ad – e la stabilità politica del Paese è importante, fondamentale. Oltre 60 presidenti del consiglio in 70 anni è una cosa inconcepibile”. E’ dalla stabilità che si inizia a costruire un clima favorevole e di certezza per le imprese e per gli investimenti dall’estero. Come gli investimenti che Fiat Chrysler sta facendo nel nostro Paese: da Melfi – sottolinea Marchionne – a Mirafiori, “dove si ripartirà con una nuova serie di auto destinate all’export in tutto il mondo”. Il manager ha parlato di “segnali incoraggianti”, con un mercato dell’auto che continua ad andare bene.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS