STUDENTE MARINA LA SCUOLA E IL PAPÀ PRENDE IN GIRO I DOCENTI

767
studente

Uno studente inglese di 15 anni è diventato famoso grazie alle giustificazioni a dir poco spiritose di suo padre, un 43 enne con la battuta pronta e una innegabile vena fantasiosa. James Morgan frequenta la Stanwell School di Penarth, un piccolo villaggio nel cuore del Galles, e spesso fa assenze ingiustificate che insospettiscono i docenti, preoccupati che dietro questa frequenza incostante possano nascondersi problemi in famiglia.

All’inizio di marzo, però, il ragazzo manca da un’intera settimana e i professori iniziano a preoccuparsi seriamente: decidono, quindi, di inviare un sms al papà dell’alunno, chiedendogli che fine abbia fatto e se stia bene. “Per favore, ci scriva la ragione della sua assenza”, scrivono al genitore, non sapendo che la famiglia Morgan in quel momento si trova in vacanza a Dubai.

La risposta che ricevono gli insegnanti è difficile da dimenticare: al posto di spiegazioni e scuse per non aver comunicato per tempo la vacanza, il signor Morgan invia una foto del figlio in costume da bagno, dietro di lui una bellissima spiaggia bianca e palme gigantesche.  Ovviamente, l’uomo non sente la necessità di accompagnare l’immagine con nessuna spiegazione, né un saluto.

“Non è la prima volta che il signor Simon fa lo spiritoso”, commentano sarcastici i docenti della scuola. Già in altre occasioni il padre di James aveva inviato giustificazioni assurde per le assenze del figlio: “siamo stati attaccati nella foresta dai leoni” oppure “siamo bloccati su un albero” e ancora “alcuni ippopotami hanno bloccato la porta, non sappiamo da dove siano sbucati, ma ora sono in bagno. James non può lavarsi, quindi domani dovrebbe essere presente, ma forse avrà un cattivo odore”.

Questo simpatico papà, comunque, ci tiene a precisare che fa tutto questo a fin di bene, perché “James è un bravo ragazzo e si impegna molto a scuola, per questo non mi faccio problemi a farmi qualche risata con lui per divertirci”. Dalla scuola del giovane, nessun commento ufficiale. Solo qualche espressione stupita e un po’ di preoccupazione per le troppe assenze del ragazzo, che rischia di pagare con una bocciatura la troppa simpatia del papà.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS