SCOPERTO IL “MOTORE” CHE MUOVE GLI SPERMATOZOI E' un enzima che li fa viaggiare, ad alta velocità, verso l'ovulo

679
spermatozoi

Ci si interrogava da tempo su quale fosse il “motore” che spinge gli spermatozoi verso l’ovulo. Oggi, l’annuncio dei ricercatori: scoperto il “turbo”, cioè il meccanismo molecolare che fa viaggiare il liquido seminale, velocemente, all’interno dell’utero. Ad accendere la miccia che li guida è un enzima, un ormone rilasciato dall’ovulo. Il risultato, che può aprire la strada a a cure contro l’infertilità maschile, è stato pubblicato sulla rivista Science. La ricerca è stata coordinata da Melissa R. Miller, dell’Università della California a Berkley.

All’interno dei testicoli, gli spermatozoi hanno una capacità di movimento limitata, non sufficiente da sola a spingerli verso la loro destinazione una volta che le cellule si trovano nell’apparato riproduttivo femminile. Per iniziare il loro viaggio, hanno bisogno di essere attivati da un ormone, il progesterone, che viene rilasciato dall’ovocita. La molecola a cui si attacca è il recettore dell’enzima Abhd2, che si trovano a migliaia sulla superficie della coda degli spermatozoi. Vengono attivati quando si avvicinano all’ovulo, innescando così una cascata di cambiamenti, che rendono la coda della cellula veloce, dandogli l’energia necessaria a penetrare nelle cellule che proteggono l’ovulo. Potenziando l’enzima, si potrebbe aprire la strada nuove terapie per contro l’infertilità maschile causata da spermatozoi poco mobili.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS