UCCISA GUARDIA DELLA CENTRALE NUCLEARE DI BRUXELLES, SCOMPARSO IL BADGE Media locali riferiscono che questo gesto rafforza l'ipotesi su quale fosse il vero obiettivo degli attacchi

719
centrale nucleare

Continua l’onda di paura che ha colpito il Belgio dopo gli attentati di Bruxelles: una guardia di sicurezza della centrale nucleare di Charleroi, poco distante dalla capitale belga, è stata uccisa. Scomparso il badge d’accesso che aveva con se. Media locali affermano che è stato rubato. Secondo quanto scrive la Derniere Heure l’omicidio, che si sarebbe verificato giovedì sera, ma il tutto è passato completamente sotto silenzio, sarebbe un’ulteriore prova del fatto che il vero obiettivo degli attacchi di Bruxelles fossero proprio gli impianti nucleari.

Già lo scorso febbraio, un sito belga aveva rivelato che il direttore del programma di ricerca e sviluppo nucleare del Belgio era stato per lungo tempo “spiato” dai fratelli Ibrahim e Khalid el Brakraoiu, i due kamikaze che si sono fatti esplodere all’aeroporto e nella metropolitana di Bruxelles. Tuttavia, l’arresto di Salah Abdeslam avrebbe accelerato i piani della cellula terroristica francese, costringendola a rinunciare all’obiettivo primario. Secondo le fonti de la Derniere Heure, se l’uccisione della guardia potrebbe essere spiegata con altri motivi, il furto del suo badge, che consente l’accesso ad ogni zona della centrale, immediatamente disattivato dopo il ritrovamento del corpo, rende ancora pi credibile la pista terroristica.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS