TERRORISMO, HOLLANDE: “CELLULA JIHADISTA SARA’ ANNIENTATA” Ad Argenteuil, nella banlieue parigina, è stato sventato un piano "in fase avanzata" e fermato il suo ideatore

555
terrorismo

Fare più morti possibili. Era questo l’obiettivo dei terroristi, tutti appartenenti alla stessa cellula, che hanno colpito prima Parigi – il 13 novembre scorso – poi Bruxelles. Secondo il presidente francese, François Hollande, l’organizzazione jihadista potrebbe avere le ore contate: anche se non è esclusa la presenza di altre cellule jihadiste sul territorio francese, in nucleo responsabile degli attentati nella “sta per essere annientato”.

Ad Argenteuil, nella banlieue parigina, è stato sventato un piano “in fase avanzata” e fermato il suo ideatore, legato a quell’Abbaoud che era la “mente” del 13 novembre.

Ieri c’è stata un’ondata di arresti ieri, sia a Bruxelles, sia Parigi, ma Salah ha smesso di collaborare le autorità. Intanto, però, le indagini vanno avanti: giovedì è emerso che tra gli obiettivi dei due fratelli kamikaze dell’aeroporto di Bruxelles, Khalid e Ibrahim El Bakraoui, c’erano probabilmente anche attacchi ad alcuni siti nucleari del Paese.

Purtroppo, in queste ultime ore, è stata confermata la morte della vittima italiana dell’attacco alla stazione di Maelbeek, Patricia Rizzo, da giorni dispersa. 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS