ASSALTO AGLI AGRITURISMI PER LE FESTE, MA C’E’ L’INCOGNITA METEO Per Pasqua e Pasquetta Agriturist prevede un vero e proprio boom di clienti, soprattutto italiani

803
agriturismo

Festività pasquali all’insegna del tutto esaurito negli agriturismi, tempo permettendo. Lo conferma l’Osservatorio di Agriturist, nel precisare che le strutture più gettonate saranno quelle in grado di abbinare relax e vacanza in campagna con benessere, enogastronomia, cicloturismo e non ultimo trekking in vigneto. L’agriturismo sarà la scelta naturale per il primo week end lungo di primavera, precisa l’associazione agrituristica di Confagricoltura, ricordando che ci sono più di 17 mila strutture dove è possibile dormire, 8200 dove piantare la tenda o parcheggiare il camper, poco più di 10 mila con ristorazione, 3600 dove degustare i prodotti alimentari tipici del territorio.

Secondo Agriturist, sono soprattutto gli italiani a scegliere di trascorrere Pasqua e Pasquetta in campagna, anche se si registra una buona presenza di turisti tedeschi, austriaci, svizzeri e polacchi. Quanto alla scelta geografica delle strutture, l’associazione registra presenze in crescita in Veneto, stabili in Piemonte e in Liguria, mentre la Lombardia continua ad essere una meta molto amata, in particolare su colline e lago di Garda. In Toscana il periodo pasquale non fa la differenza rispetto ad altri e a vincere è il last minute.

L’asso nella manica in Emilia Romagna è la buona tavola, mentre in Calabria è il clima favorevole ad invogliare le famiglie a trascorrere le feste in campagna. Andamento a due velocità in Sicilia: bene gli agriturismi con ristorazione nelle località ben collegate con le linee aeree low cost, penalizzate, invece, le province di Agrigento e Trapani a causa della riduzione dei voli. Andamento positivo infine in Puglia, sopratutto per la ristorazione. Stabili, infine, Campania e Sardegna.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS