“TURANDOT”: IL COMUNALE DI BOLOGNA PORTA IN GIAPPONE L’OPERA DI PUCCINI Il 22 e 24 nel palazzo imperiale di Nara, sito Unesco. Il 26 i Solisti della Filarmonica eseguiranno Vivaldi a Tokyo

2031

Turandot sbarca in Giappone. Grazie ad un accordo triennale con la Sawakami Opera Foundation, il Teatro Comunale di Bologna e la Filarmonica parteciperanno in settembre al Japan Opera Festival con la famosa opera di Giacomo Puccini, “Turandot”, e con due concerti. L’ultimo capolavoro del compositore lucchese, rimasto incompiuto per la morte prematura del maestro, sarà presentato il 22 e 24 nel palazzo imperiale di Nara, un sito Unesco che ben si adatta al clima orientale di “Turandot”, con orchestra, coro, tecnici e allestimento del Comunale. Il 26 a Tokyo i Solisti della Filarmonica presenteranno, assieme al flautista Giorgio Zagnoni, l’Op. 10 di Antonio Vivaldi e il 28, sempre all’Asahi Hall di Tokyo, la Filarmonica al gran completo proporrà un concerto sinfonico con il suo direttore artistico Hirofumi Yoshida sul podio. Yoshida curerà anche “Turandot”, mentre la regia sarà affidata a Gianni Marras.

Hirofumi Yoshida, classe 1968, è un direttore d’orchestra giapponese giunto in Europa nel 1999 per una borsa di studio. Nel 2002 è il primo direttore d’orchestra a ottenere il premio come giovane talento promettente nella divisione Opera Lirica del Gotoh Memorial Cultural Award. Debutta in Italia con grande successo presso il Teatro Verdi di Trieste con il corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Carla Fracci nel 2006. Nel febbraio del 2015 ha diretto otto recite di Madama Butterfly al Teatro Comunale di Bologna e nel luglio dello stesso anno è stato nominato Direttore Principale Ospite del Teatro Comunale di Bologna. In occasione del Kyoto Opera Festival 2015, il maestro ha diretto la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna per quattro recite di “Pagliacci” di Leoncavallo a Kyoto, a Tokyo, e presso il suggestivo Castello di Himeji. A breve tornerà di nuovo nel paese del sollevante portando il capolavoro di Puccini.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS