L’ALLERTA DELLE AUTORITÀ USA: “AMERICANI, NON VIAGGIATE IN EUROPA” Il Dipartimento di Stato ha emesso un "alert" spiegando i potenziali rischi che comporterebbe un viaggio in Europa

688
usa

Gli Usa hanno diffuso ieri un comunicato rivolto ai cittadini invitandoli a evitare viaggi da e verso l’Europa. Il Dipartimento di Stato ha messo ufficialmente in allerta gli americani, sottolineando i “potenziali rischi” che comporta viaggiare verso il Vecchio continente, a un solo giorno dai tragici attacchi terroristici di Bruxelles, rivendicati dallo Stato Islamico.

Il dipartimento, guidato da John Kerry, ha avvertito così i cittadini Usa: “gruppi terroristi continuano a pianificare nel breve termine attacchi in Europa, prendendo di mira eventi sportivi, luoghi turistici, ristoranti e trasporti”.

Per questo motivo, il governo Usa consiglia di prestare la massima attenzione quando ci si trova in spazi pubblici o se si usano mezzi di trasporto di massa come treni o aerei: “evitate luoghi affollati. Siate particolarmente cauti durante feste religiose e a festival o eventi di larga scala”. Il dipartimento di Stato ha inoltre spiegato che “i governi europei continuano a monitorare gli attacchi terroristici e a condurre raid per sventare piani. Lavoriamo in stretto contatto con i nostri alleati e continueremo a condividere informazioni con i nostri partner europei che aiuteranno a identificare e contrastare le minacce terroristiche”.

Quello lanciato dal dipartimento di Stato è un  cosiddetto “alert” e non un “warning”. La differenza è che l’alert viene di solito diffuso per situazioni che sono ancora in evoluzione e che sollevano preoccupazioni temporanee – la scadenza dell’alert, infatti, è prevista per il prossimo 20 giugno – , mentre il warning scatta in caso di problemi più radicati. Tutte e due le allerte, comunque, comportano un coinvolgimento attivo dei cittadini, costretti a rivedere e limitare i loro spostamenti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS