HEZBOLLAH: “L’INCENDIO IN EUROPA E’ LO STESSO CHE BRUCIA IN SIRIA” Le milizie libanesi attribuiscono gli attacchi di Bruxelles a "gruppi terroristici takfiristi" ed esprimono solidarietà alle "vittime innocenti"

628
HEZBOLLAH

“L’incendio che brucia nel mondo intero, in Europa in particolare, è lo stesso che è stato appiccato da alcuni poteri contro la Siria e altri Paesi della regione”. Lo si legge in un comunicato diffuso dal movimento sciita libanese Hezbollah in cui gli attacchi di Bruxelles vengono attribuiti a “gruppi terroristici takfiristi”.

“E’ davvero spiacevole che tutto il mondo sia consapevole dell’origine e delle fonti di finanziamento di questo terrorismo e che le grandi potenze stiano ancora garantendo supporto e protezione a Paesi che proteggono il terrorismo”, prosegue la nota riportato dal sito web del giornale libanese An Nahar.

“Il terrorismo va affrontato con una battaglia seria e coraggiosa, con una collaborazione totale a livello regionale e internazionale e con una politica chiara e trasparente – si legge -. Restare in silenzio su questa questione sarebbe un grave peccato e porterebbe solo ad altre morti, uccisioni e ad altra distruzione”. Hezbollah esprime quindi “completa solidarietà con le persone innocenti in generale e con il Belgio e il suo popolo”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS