HUBBLE SCOPRE 9 STELLE SUPERGIGANTI: HANNO 100 VOLTE LA MASSA DEL SOLE I "titani dello spazio" si trovano nella nebulosa della Tarantola, a 170mila anni luce dalla Terra

767

Stelle giganti grandi 100 volte il nostro Sole. E’ la nuova scoperta, descritta sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, fatta da Paul Crowther, dell’università britannica di Sheffield, basandosi sulle immagini inviate da Hubble. Il grande telescopio spaziale, nato dalla collaborazione tra l’Esa e la Nasa così chiamato in onore dell’omonimo astronomo statunitense, ha fotografato le nove enigmatiche stelle supergiganti riunite in un unico ammasso stellare, chiamato R136.

I 9 titani stellari sono stati individuati all’interno di un ammasso stellare – vale a dire numerose stelle riunite in uno spazio ristretto – all’interno della nebulosa della Tarantola localizzata a 170.000 anni luce da noi. All’interno della Tarantola, erano stati già trovati altri giganti simili, tra cui anche R136a1, la più “pesante” e luminosa stella finora osservata. Ora, grazie alla nuova scoperta, sarà possibile analizzare i possibili meccanismi proposti per spiegare l’esistenza di questi giganti (teoricamente ‘impossibili’) come la teoria della fusione di stelle binarie.

Di stelle con una massa pari a quelle appena scoperte, se ne conoscono poche decine e i meccanismi che ne rendo possibile la formazione rappresentano ancora oggi un mistero per gli astrofisici di mezzo mondo. La loro incredibile massa le porta a produrre un’enorme quantità di energia e per questo sono particolarmente calde e luminose, milioni di volte il nostro Sole. Ma, di contro, le fanno avere una vita breve, appena pochi milioni di anni, e le rendono difficili da vedere perché la maggior parte della luce che emettono è solo ultravioletta. Vederle è stato possibile solo grazie a un particolare strumento, lo Space Telescope Imaging Spectrograph (Stis), che si trova a bordo di Hubble.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS