ATTENTATI IN BELGIO, BERGOGLIO: “VIOLENZA CIECA CHE CAUSA SOFFERENZA” Rafforzata la sicurezza intorno alla città leonina. Non saranno modificati i riti della Settimana Santa

536
  • English

“Il Santo Padre condanna nuovamente la violenza cieca che causa così tanta sofferenza e implora Dio per il dono della pace”. Sono le parole di Papa Francesco, scritte in un telegramma di cordoglio, firmato dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, e inviato all’arcivescovo di Malines-Bruxelles, mons. Jozef De Kesel. “Appreso degli attacchi a Bruxelles, che hanno colpito molte persone, Bergoglio affida alla misericordia di Dio coloro che sono morti e si unisce in preghiera al dolore dei loro parenti.

“Egli esprime la sua più profonda solidarietà ai feriti e alle loro famiglie, e tutti coloro che lavorano ai soccorsi, chiedendo al Signore di portare loro conforto e consolazione nella prova. Il Santo Padre condanna nuovamente la violenza cieca che causa così tanta sofferenza e implora Dio per il dono della pace, e invoca sulle famiglie in lutto e sui belgi il beneficio delle benedizioni divine”.

In vista dei numerosi riti che il Pontefice dovrà presiedere in occasione della Pasqua, è stata rinforzata la sicurezza intorno alla Città del Vaticano. Tuttavia, “non sono previste modifiche alle celebrazioni della Settimana Santa” del Papa. Lo riferisce il direttore della Sala Stampa Vaticana, padre Federico Lombardi. Le misure di sicurezza, già messe in atto con il Giubileo, verranno rafforzate anche nel resto della città di Roma.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS