E’ MORTO PAOLO MARIA NAPOLITANO, EX GIUDICE DELLA CONSULTA E' rimasto in carica sino allo scorso luglio. Venne eletto nel 2006 dal Parlamento. Mercoledì a Roma i funerali

1131
paolo maria napolitano

Addio a Paolo Maria Napolitano, giudice della Corte Costituzionale fino al 10 luglio 2015. I funerali si terranno mercoledì alle 9 nella Basilica di S. Maria del popolo, a Roma. Nato a Roma il 3 ottobre 1944, il giurista era stato funzionario del Senato, fino a diventare direttore del personale e poi del Servizio studi. Il 9 aprile 2003 fu nominato consigliere di Stato. Fece parte dell’ufficio di gabinetto del vicepremier Gianfranco Fini, durante il secondo governo Berlusconi e poi dal 2004 al 2006 seguì Fini al Ministero degli Affari Esteri come capo dell’ufficio legislativo.

Il 5 luglio 2006 il Parlamento lo elesse giudice costituzionale, carica per la quale giurò cinque giorni dopo. Fu anche vice presidente della Corte dal 30 luglio 2014 all’11 novembre 2014, sotto la presidenza di Giuseppe Tesauro. Successivamente preferì non mantenere l’incarico, sebbene nelle votazioni per eleggere il successore di Tesauro avesse ottenuto ben 6 voti su 14 giudici in carica in quel momento.

Di lui si parlò a più riprese sulla stampa nel giugno 2009 per la notizia di una cena organizzata a casa di Luigi Mazzella, anch’egli al tempo giudice della Consulta, e a cui parteciparono tra gli altri Silvio Berlusconi e Angelino Alfano, allora ministro della Giustizia: l’appuntamento fu messo in relazione con l’udienza sul cosiddetto lodo Alfano – ossia lo scudo per le alte cariche dello Stato – che la Corte Costituzionale avrebbe tenuto qualche mese dopo, a ottobre, dichiarandolo incostituzionale

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS