INCONTRO IN VATICANO CON I GRANDUCHI DEL LUSSEMBURGO I reggenti del piccolo Stato europeo hanno portato in udienza figli e nipotini. Scambio di doni con il Pontefice

804
  • English
lussemburgo-papa-francesco

Il Papa ha incontrato stamattina in Vaticano il granduca del Lussemburgo, Henri Albert Gabriel Félix Marie Guillaume e la consorte, granduchessa Maria Teresa Mestre, che è cubana di nascita e vestiva di bianco, come il cerimoniale prevede per le regine cattoliche. Per la prima udienza con papa Francesco, la coppia granducale ha portato tutti e cinque i figli, con i reciproci consorti, e i tre nipotini, tra cui la piccola Amalia, che non ha ancora due anni, e che al termine dell’udienza è stata raggiunta, baciata e salutata dal Papa mentre era intenta a giocare con il rosario che le era stato regalato.

Quando la coppia dei granduchi si è seduta alla scrivania di fronte al Papa, il granduca ha detto, in francese, “siamo abituati a queste cose”, non è chiaro se riferendosi ai flash dei fotografi o al mescolarsi di varie lingue, tra francese, spagnolo. Riaperte le porte della biblioteca e fatto entrare il seguito, è stato presentato il seguito al Papa, il granduca lo ha fatto in francese e la consorte in spagnolo. Papa Bergoglio si è soffermato in particolare a salutare i nipotini, Amalia e due maschietti di circa 7 anni. Al momento dello scambio dei doni, la famiglia reale del Lussemburgo ha offerto una foto che la ritrae, genitori e figli adulti, senza nipotini, con la dedica, in spagnolo: “Al nostro Santo Padre Francesco, con il rispettoso e filiale affetto di tutta la nostra famiglia”.

Papa Bergoglio ha ricambiato con una medaglia del pontificato e una copia della Evangelii Gaudium e una della Laudato sii. Ai presenti sono poi distribuiti rosari. Papa Francesco ha poi benedetto tutta la famiglia e ha chiesto di pregare per lui. “Lo faremo, Santo Padre, conti su di noi”, ha assicurato, in francese, la granduchessa, mentre il granduca, congedandosi, ha espresso gratitudine al Papa “per tutto quello che lei fa per la Chiesa e il mondo”, ha detto. Dopo l’udienza con il Papa, la famiglia reale del Lussemburgo ha visitato la basilica di San Pietro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS