BERLUSCONI: “BERTOLASO FARA’ COME GIULIANI A NEW YORK” Brunetta dai gazebo all'Eur: "Il centrodestra tornerà sicuramente unito per conquistare Roma"

579

Tutti pazzi per Bertolaso. Almeno dentro Forza Italia; Berlusconi, Brunetta e Gasparri, nella giornata di ieri, hanno speso parole a favore della sua candidatura a sindaco di Roma. Era stato lo stesso ex cavaliere a fare il nome del medico, già direttore del Dipartimento della Protezione Civile dal 2001 al 2010. Ma dopo un primo entusiastico appoggio da parte dei “colleghi” Salvini e Meloni, c’era stato un loro improvviso dietro front e la candidatura a primo cittadino della Capitale della presidente di Fratelli d’Italia.

“Bertolaso sarà il sindaco di Roma, farà come Giuliani a New York, grazie al suo motto: tolleranza zero contro il degrado” ha detto ieri Silvio Berlusconi dal teatro Politeama di Palermo dove è in corso la kermesse Forza, alziamoci! Al suo fianco, il commissario di Forza Italia in Sicilia, Gianfranco Miccichè. Ritornando sulle elezioni del primo cittadino, Berlusconi ha aggiunto: “A Roma la Lega ha commesso un errore grossolano, che non si ripeterà più perché occorre collaborazione contro il Pd e il M5S”.

“Con Bertolaso si vince. È il candidato più credibile. I sondaggi danno il centrodestra vincente. Noi siamo qui per riaffermare che uniti, con Bertolaso, si vince. Il resto sono tutte chiacchiere”. Così il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta a margine di una visita a un gazebo allestito all’Eur per Guido Bertolaso sindaco, nell’ambito delle consultazioni sul programma. “Nonostante le divisioni del centrodestra a Roma, siamo molto fiduciosi – ha spiegato il capogruppo -. Sono certo che arriverà al ballottaggio e a quel punto il centrodestra tornerà sicuramente unito per conquistare Roma e dare a questa città il governo che merita”.

“Per il secondo week end consecutivo – ha proseguito Brunetta – stiamo consultando i romani, questa volta per costruire insieme a loro il programma di governo per i prossimi cinque anni a Roma, e stiamo avendo grandi risposte: la gente vuole esprimersi, vuole essere coinvolta nei processi decisionali. Lo faremo ancora in questi mesi e pensiamo che l’ascolto in prima persona dei problemi e delle priorità sia la strada da perseguire nel prosieguo di questa campagna elettorale”.

Dello stesso tono il senatore e vice presidente del Senato Maurizio Gasparri che attacca gli ex alleati: “C’è chi usa Roma come un palcoscenico per piccole operazioni di cabotaggio politico o mini congressi di partito e chi invece, come noi, vuole parlare alla città proponendo un programma per affrontare le tante emergenze della Capitale. Anche oggi saremo in piazza con i gazebo per consultare i romani sul programma di Guido Bertolaso. Problemi reali, trasporti, rifiuti, buche, tutela dei cittadini. Su questi e altri temi vogliamo sentire il parere dei romani”.

“Bertolaso è l’unico che sta parlando alla città e della città. Gli altri raccontano le loro biografie alla ricerca di un posto al sole. Roma non ha bisogno di questo. Ne’ di candidati che sanno di perdere e già dicono chi voterebbero al ballottaggio. Noi andremo al ballottaggio con Bertolaso e lo porteremo alla vittoria. Si tratta della migliore soluzione per Roma. Oggi incontreremo i cittadini per continuare l’opera di informazione e mobilitazione in tutti i Municipi in vista delle elezioni” ha concluso.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS