“GIUSTIZIA PER LUCA”, FOLLA COMMOSSA AI FUNERALI DI VARANI Il Parroco: "Abbiamo fede ma auspichiamo e speriamo anche nella giustizia umana”

1019

Si sono svolti stamattina i funerali di Luca Varani, il giovane massacrato, lo scorso 4 marzo, a coltellate e a colpi di martello da due conoscenti dopo un festino a base di alcool e cocaina. Il feretro del 23enne, ritrovato esanime in un appartamento alla periferia di Roma, è stato accolto, intorno alle 10, da un lungo applauso. Sullo striscione con al centro la foto della vittima si legge: “Giustizia per Luca: il tuo sorriso rimarrà per sempre nei nostri cuori”. Poi palloncini bianchi, lasciati volare in aria al termine della funzione accompagnati dai cori “giustizia, giustizia”, e corone di fiori sul porticato.

Funerali blindati per la stampa. Cartelli affissi sul colonnato della chiesa hanno vietato l’ingresso a giornalisti e fotografi “per espressa volontà della famiglia” che, verso le 8 di mattino, ha varcato il cancello dell’obitorio comunale, al Verano, dove era stata allestita la camera ardente. Distrutta dal dolore anche la fidanzata Marta Gaia che ieri è intervenuta su Facebook, dove da giorni sfoga il suo dolore, scrivendo: “Sono giorni che guardo le nostre foto, che rileggo le nostre conversazioni, che penso a tutto quello che c’è stato e mai più ritornerà. Non trovo giusto che tutto questo sia capitato a noi, a me, soprattutto a te che sei sempre stato una persona troppo buona. Mi manchi in modo indescrivibile”.

“Cosa c’è di beato in una vita interrotta? – ha chiesto il sacerdote durante l’omelia citando un passo delle Beatitudini – Assolutamente nulla”. Aggiungendo poi: “Abbiamo fede ma auspichiamo e speriamo anche nella giustizia umana”. Inizierà intanto la prossima settimana la perizia sul pc sequestrato a uno dei due assassini, Marco Prato, e rinvenuto nello studio del suo difensore. Obiettivo delle indagini è verificare l’esistenza di video legati a quanto accaduto nell’appartamento romano al Collatino. Non si esclude infatti che sia stato girato un filmato delle torture subite per ore da Varani e che il video possa essere stato successivamente cancellato. I tecnici del Ris confidano comunque di poterlo recuperare.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS