NUOTO, A MILANO BRILLANO PALTRINIERI E PELLEGRINI Il giovane realizza un 14'40”61 nei 1500 sl, la campionessa tocca in 1'55”92

545
paltrinieri

E’ l’anno delle Olimpiadi, e le promesse azzurre del nuoto lasciano ben sperare di finire sul podio a cinque cerchi di Rio de Janeiro. Gregorio Paltrinieri, con la partecipazione al trofeo Città di Milano (sua prima apparizione agonistica dell’anno) porta a casa un clamoroso 14’40”61 nei 1500 sl che, oltre ad avvicinare il suo record europeo, fa tremare il mondo intero.  “Non mi aspettavo di andare così forte, non abbiamo scaricato nemmeno un giorno prima di questo appuntamento e sinceramente sarei stato soddisfatto di scendere sotto i 15′. Anche nel riscaldamento le sensazioni non erano così buone, sono partito per fare del mio meglio pur non essendo al massimo della forma. E se faccio 14’40” in queste condizioni” commenta l’atleta emozionato. Alle sue parole, si aggiungono quelle del compagno di stanza: “Sono andato molto meglio del previsto, pensavo di ripetere il tempo dell’anno scorso, 15′ netti, ma ho migliorato il personale di quattro secondi. Sono anche molto contento per Gregorio. Ora continuiamo a lavorare per provare ad andare davvero forte dove conta. Questo inizio è davvero di buon auspicio”.

Pochi minuti dopo, è Federica Pellegrini a far esplodere il pubblico sugli spalti. Al primo test agonistico dopo il rientro dalle 5 settimane di raduno americano, la campionessa tocca i 1’55”92 (davanti a Alice Mizzau, 1’59”57, e Martina De Memme, 2’00”19) piazzandosi al 4° posto nella graduatorie mondiali stagionali. “Onestamente non me l’aspettavo di scendere a 1’55”, mi sarebbe bastato nuotare 1’57”: davvero un buon test in pieno carico. L’appuntamento principale primaverile sarà quell degli Assoluti di Riccione, ma sono davvero contenta di cosa sto facendo in questo periodo e di come mi sento in allenamento”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS