ASSENTEISMO, CANTONE: “I FANNULLONI VANNO LICENZIATI” Il presidente dell'Anac: "Legalità è anche essere presenti sul posto di lavoro". Trasparenza: "Siamo ancora indietro"

521
cantone

I fannulloni vanno licenziati “quando si accerta che sono fannulloni”. Così il presidente dell’Anac Raffaele Cantone intervenuto a Ercolano (Napoli) alla manifestazione di legalità con le scuole “I cento passi in cammino contro le mafie”. A chi, poi, gli ha chiesto un’opinione sul caso dei 35 vigili urbani che giovedì hanno ricevuto informazioni di garanzia per assenteismo, ha risposto: “Legalità è anche essere presenti sul posto di lavoro. E’ il minimo indispensabile. Legalità è anche qualcosa in più ed è soprattutto responsabilità e impegno. Non è solo affermazione di parole ma soprattutto di comportamenti”.

Nel suo discorso Cantone a ricordato che “le amministrazioni hanno fatto passi avanti rilevantissimi, è inutile dirlo. Ma sul tema della trasparenza siamo ancora molto dietro e soprattutto manca ancora una cultura civica a 360 gradi”. Per il presidente dell’Anac “la trasparenza non è un fatto burocratico, ma è conoscenza da parte dei cittadini. Ma i cittadini devono essere in grado di chiedere la trasparenza, altrimenti non ha senso”.

Per quanto riguarda la lotta alla Mafia Cantone ha invitato a colpire gli imprenditori collusi “toccandoli soprattutto dove a loro fa male: nelle tasche, nei soldi e con le confische”. Lo Stato, ha proseguito, “nell’ultimo periodo ha provato a farlo e ha ottenuto grandi risultati. Ma, ovviamente, il meccanismo dei soggetti che sono collusi con la mafia è anche molto ampio. Ma la strada è questa: le mafie, più che arrestate o non solo arrestate, vanno impoverite. E per far questo bisogna impoverire la faccia pulita dei mafiosi”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS