COMUNALI, MELONI: “TRA RAGGI E GIACHETTI SCEGLIEREI LA GRILLINA” La candidata di Fdi ad Agorà: "Non temo la concorrenza. Primarie? Ok se si fanno in 15 giorni"

431
meloni

“Credo che le primarie sarebbero state la scelta migliore e ancora oggi sarei disposta a farle ma il problema sono i tempi: se mi dicono che si fanno in due settimane sono d’accordo”. Lo ha detto Giorgia Meloni ad Agorà. Il candidato sindaco di Roma di Fdi ha aggiunto di essere stata la prima a chiedere le primarie che non si sono fatte perché “i miei alleati, e non solo Berlusconi, hanno pensato si perdesse un sacco di tempo”.

Meloni non teme né Raggi né Giachetti e si è detta pronta a votare per la candidata grillina se non dovesse arrivare al ballottaggio, anche se, ha spiegato, “trovo deludente la storia di M5s perché speravo di avere degli alleati in Parlamento su alcuni argomenti di rottura. Poi ho capito che per loro l’unica cosa importante è che loro sono puliti e gli altri spazzatura e non ti aiutano mai a portare a casa un risultato”. A chi l’ha accusa di essere fascista Meloni ha risposto così: “è una buona notizia perché vuol dire che non hanno nulla di serio da dire”, ha sottolineato Meloni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS