BERGOGLIO A SANTA MARTA: “LA SPERANZA NON DELUDE, E’ SEMPRE LI’. SILENZIOSA E UMILE, MA FORTE” Il Pontefice nell'omelia durante la celebrazione mattutina ha rimarcato come la speranza sia fondamentale nella vita del cristiano

601
parola

Papa Francesco, nella Messa mattutina a Casa Santa Marta, si è soffermato su una delle virtù teologali, la speranza, ribadendo come questa non deluda mai. Nel vangelo odierno Gesù parla con i dottori della legge ed afferma che Abramo “esultò nella speranza” di vedere il suo giorno. Bergoglio, prendendo spunto, ha voluto sottolineare quanto la speranza sia fondamentale nella vita del cristiano. “Oggi – ha esordito – la Chiesa ci parla della gioia della speranza. Nella prima preghiera della Messa abbiamo chiesto la grazia a Dio di custodire la speranza della Chiesa, perché non ‘fallisca’. E Paolo, parlando del nostro padre Abramo, ci dice: ‘Credete contro ogni speranza’. Quando non c’è speranza umana, c’è quella virtù che ti porta avanti, umile, semplice, ma ti dà una gioia, delle volte una grande gioia, delle volte soltanto la pace, ma la sicurezza che quella speranza non delude”. “La speranza – ha assicurato rimarcando il concetto – non delude”.

La “gioia di Abramo” – ha proseguito il Pontefice – “cresce nella storia”. “Delle volte si nasconde, non si vede; delle volte si manifesta apertamente”. Francesco cita l’esempio di Elisabetta incinta che esulta di gioia quando viene visitata da sua cugina Maria. E’ la “gioia della presenza di Dio che cammina con il suo popolo. E quando c’è gioia, c’è pace. Questa è la virtù della speranza: dalla gioia alla pace”.

Il “filo della speranza” incominciato con Abramo, “finisce con Gesù”. Francesco si sofferma allora sulle caratteristiche di questa virtù teologale alla quale il Papa emerito Benedetto XVI ha dedicato un’enciclica intitolata “Spe salvi”. “Tante volte possiamo dire facilmente se abbiamo carità o fede – domanda il Pontefice riferendosi alle rimanenti due virtù teologali – ma quando si domanda: ‘Tu hai speranza? Tu hai la gioia della speranza?’ ‘Ma, padre, non capisco, mi spieghi’. La speranza, quella virtù umile, quella virtù che scorre sotto l’acqua della vita, ma che ci sostiene per non annegare nelle tante difficoltà, per non perdere quel desiderio di trovare Dio, di trovare quel volto meraviglioso che tutti vedremo un giorno: questa è la speranza”.

“Oggi – ha esortato il Papa – sarà un bel giorno per pensare a questo: lo stesso Dio, che ha chiamato Abramo e lo ha fatto uscire dalla sua terra senza sapere dove dovesse andare, è lo stesso Dio che va in croce, per compiere la promessa che ha fatto”. “E’ lo stesso Dio che nella pienezza dei tempi fa che quella promessa divenga realtà per tutti noi. E quello che unisce quel primo momento a quest’ultimo momento è il filo della speranza; e quello che unisce la mia vita cristiana alla nostra vita cristiana, da un momento all’altro, per andare sempre avanti (peccatori, ma avanti) è la speranza; e quello che ci dà pace nei brutti momenti, nei momenti più bui della vita è la speranza”. “La speranza – conclude Francesco – non delude, è sempre lì: silenziosa, umile, ma forte”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS