I DEMOCRATICI ALLEATI CONTRO TRUMP, HILLARY CLINTON: “SONO LA PIU’ PREPARATA PER BATTERLO” L'ex segretario di stato ha dichiarato che molti dei leader mondiali sono preoccupati all'ipotesi che il miliardario newyorkese possa diventare presidente degli Stati Uniti

712
trump

“Sta conducendo una campagna cinica, di odio e paura per una ragione: ottenere i voti. Incoraggia i suoi sostenitori a picchiare chiunque è in disaccordo con lui”. E’ l’eloquente riassunto che ha fatto la candidata alla nomination dei democratici, Hillary Clinton, parlando del suo avversario, il controverso miliardario newyorchese, il republicano Donald Trump.

La ex first lady, dopo aver espresso il suo disaccordo per i metodi messi in campo dal tycoon, si è definita la “più preparata e pronta” per batterlo, già che non è “nuova nell’arena nazionale. Sono 25 anni che i repubblicani se la prendono con me. Non c’è nulla che non abbiano già detto su di me”. Inoltre, l’ex segretario di Stato ha dichiarato alla stampa, che molti dei leader stranieri le hanno inviato dei messaggi privati, nei quali esprimevano il loro sostegno e si auguravano che lei potesse battere Trump.

A fare fronte comune con Hillary Clinton contro Donald Trump, c’è il suo compagno di partito, ma rivale alla corsa per la casa Bianca, Bernie Sanders. Entrambi gli aspiranti a sedersi nello studio ovale, concordano sul fatto che Trump non dovrebbe diventare presidente degli Stati Uniti. Secondo loro anche gli altri leader mondiali avrebbero espresso una forte preoccupazione a tale proposito.

“Trump deve dire ai suoi che la violenza nel processo politico è inaccettabile”, ha aggiunto Bernie Sanders sottolineando che “nessuna persona razionale parla di muri intorno agli Stati Uniti. Per il candidato democratico, il miliardario è “un bugiardo patologico”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS