SCAMBIATI PER BRACCONIERI, 2 ITALIANI UCCISI IN ZIMBABWE Le vittime, padre e figlio, erano di Padova. La Farnesina: "Circostanze ancora da chiarire"

483
zimbabwe

Due italiani sono stati uccisi in Zimbabwe dalle guardie di una riserva di caccia “Mana Pools”. A riferirlo è stato il Mattino di Padova, città di cui erano originarie le vittime. La notizia è stata confermata dalla Farnesina secondo cui il fatto, avvenuto domenica, si è svolto in “circostanze ancora da chiarire”. Le vittime sono Claudio Chiarelli e il figlio di 19 anni, Massimiliano.

Sono attualmente in corso indagini per capire perché i due, padre e figlio, si trovassero lì e quando sarebbero arrivati nel paese africano. Secondo quanto si apprende, i due padovani sarebbero stati uccisi a colpi di fucile. L’ambasciata italiana di Harare è in contatto con la famiglia delle due vittime per fornire tutta l’assistenza necessaria.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS