GENOVA, AL VIA LA SESSIONE PRIMAVERILE DEL CONSIGLIO PERMANENTE DELLA CEI Oggi in programma la prolusione del Presidente, card. Angelo Bagnasco

483
GENOVA

Inizia oggi fino al prossimo lunedì, presso il Seminario Maggiore di Genova (Salita Emanuele Cavallo, 104) la sessione primaverile del Consiglio episcopale permanente. I lavori verranno aperti dalla prolusione del cardinale presidente Angelo Bagnasco, in diretta su Tv2000 e in streaming dalle 17 su www.chiesacattolica.it, nella quale il porporato parlerà dell’Assemblea generale del prossimo maggio che avrà il suo fulcro attorno alla “Riforma del clero a partire dalla formazione permanente”.

All’ordine del giorno di oggi anche la verifica dell’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati nelle diocesi, nonché informazioni organizzative sulla Giornata mondiale della gioventù che si terrà a Cracovia (in Polonia) dal 26 al 31 luglio 2016 e sul XXVI Congresso eucaristico nazionale in agenda dal 15 al 18 settembre a Genova, città di cui il porporato è Arcivescovo metropolita. La conferenza stampa del segretario generale, monsignor Nunzio Galantino, con la presentazione del comunicato finale è fissata per venerdì 18 marzo alle ore 12, a Roma, presso la Sala Marconi della Radio Vaticana in Piazza Pia, 3.

Nel comunicato finale della sessione invernale del Consiglio permanente CEI, di cui il card. Bagnasco è Presidente, riunitosi a Roma dal 25 al 27 gennaio scorso, si è posto l’accento sulle necessità e le priorità della società attuale: l’identità propria e unica dell’istituto matrimoniale, la richiesta di politiche familiari consistenti ed efficaci, la condivisione per l’umiliazione dei giovani esclusi dal lavoro e degli adulti che l’hanno perso, le condizioni di povertà e di solitudine provate da tante persone, la persecuzione dei cristiani e di altre minoranze, il dramma dei migranti e la riduzione dell’impegno condiviso dell’accoglienza. Nelle parole dei Vescovi era infine stato riaffermato l’impegno a continuare una pastorale di prossimità a chi è nella fatica, oltre all’incoraggiamento perché non venga mai meno la fiducia in Dio e nel prossimo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS