“HO SCOPERTO L’ELISIR DI LUNGA VITA”

5497
  • English
kiwi

Secondo gli studiosi della Teikyo University di Tokyo, i kiwi contengono sostanze che evitano l’ossidazione e risultano essere immunostimolanti. In parole povere mangiare kiwi aiuta a prevenire una serie di patologie come neoplasie, aterosclerosi, insufficienza cardiaca, morbo di Alzheimer e di Parkinson dal momento che questo frutto previene appunto la morte delle cellule.

Haruyo Iwasawa, Erika Morita, Satoru Yui and Masatoshi Yamazaki in Anti-oxidant Effects of Kiwi Fruit in Vitro and in Vivo hanno dunque stabilito che mangiare kiwi aiuta ad apportare il giusto quantitativo di polifenoli che servono l’organismo a non morire a livello cellulare e dunque ad evitare l’insorgenza di malattie degenerative. In realtà però, ben prima di loro, c’è un agricoltore italiano che è arrivato alle stesse conclusioni. Senza laurea, senza specializzazioni, ma con la tenacia che solo la razza contadina di una volta era capace di avere, e con la voglia di sperimentare.

E’ la storia di Aquilino Antonetti, classe 1924, che da decine di anni si affida al kiwi come elisir di lunga (e piacevole) vita. Veleggia in salute verso i 100 anni, e non ha smesso di sognare: trasferire tutte le sue conoscenze ad un’industria, per rendere disponibili a tutti ciò che fino a oggi è stato di dominio personale e di pochi amici.

Di kiwi infatti parliamo solo e soltanto pensando al frutto, difficile da gestire perché facilmente deperibile. Ma nella favolosa e fantasiosa terra italica, e più nel dettaglio nell’Agro pontino, c’è questo esperto conoscitore del frutto, che ha trovato il modo di renderlo ancora più appetibile. Aquilino è lui stesso il miglior spot possibile alle proprietà benefiche dell’Actnidia Chinensis, il nome scientifico del kiwi. Uno schiaffo a tutti i rimedi “miracolosi” partoriti nelle stanze dei laboratori chimici.

Con una produzione assolutamente artigianale bio che più bio non si può, Aquilino insieme alla moglie Bianca ha “inventato” i Biscotti della nonna, fatti con la polpa di kiwi. Una bontà assolutamente artigianale, che non si trova in commercio in alcun supermercato, che i coniugi Antonetti producono su ordinazione. Aquilino, fondatore della Casa del contadino, alla sua età non ha certo voglia di fare il business fine a se stesso, ma al contrario vuole condividere con tutti quelli che vorranno provare, a costi realmente casalinghi, alcune delle “chicche” che lo hanno portato in ottima salute dov’è oggi. Biscotti al kiwi, estratto di kiwi, marmellata di kiwi, liquore al kiwi. L’elisir di lunga vita, declinato in tutte le forme possibili.

Le sue proprietà assicurano pelle liscia, capelli sani e peso sotto controllo. Grazie alla presenza di arginina risulta anche un buon rimedio contro l’impotenza, è pieno di vitamina C ed E, con particolari proprietà antiossidanti. Al suo interno ci sono piccole quantità anche di vitamina A, quella per capirci che previene le infezioni.

Biscotti dunque, ma anche un particolare distillato utile non solo da bere ma da utilizzare come “cosmetico” (attenzione, parliamo di cose stranaturali) che aiuterebbe ad eliminare rughe e macchie sulla pelle nonché ad attenuare i pruriti da punture di insetti. Non esiste alcun guaritore, non c’è né uno stregone né uno sciamano: solo un contadino, sua moglie, e le ricette “segrete” fatte con la frutta. E – ovviamente – l’inesauribile fantasia italiana.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

3 COMMENTS

  1. Dott. Perfetti, sono anni che regolarmente, alla sera, chiudo la cena con uno o due kiwi per la proprietà che ha questo frutto contro la stitichezza. È un ottimo “regolatore” dell’intestino oltre all’apporto vitaminico che offre. La mia nonna diceva:”Una mela al giorno toglie il medico di torno” ed è vero ma: “Un kiwi al giorno, non solo toglie il medico, ma allontana anche l’ultima ora”! Sereno sabato e Complimenti per i suoi “perfetti” articoli!

  2. PECCATO CHE NON TUTTI POSSONO USUFRUIRE DI QUESTO MERACOLOSO FRUTTO!!!! iO CHE NON TOLLERO LE FIBRE, ED IL KIWI NE E’ RICCO , NON POSSO MANGIARLO ALTRIMENTI LA DIARREA DIVENTA LA MIA COSTANTE… GRAZIE COMUNQUE

LEAVE A REPLY