SIRIA, DE MISTURA ASSICURA: “PRESIDENZIALI TRA 18 MESI” Il 14 marzo l'inizio delle trattative infra siriane. Mosca chiede di coinvolgere anche i curdi

476
de mistura

Le elezioni presidenziali in Siria avverranno 18 mesi dopo l’inizio delle trattative infra-siriane previste per il 14 marzo. Lo ha detto l’inviato speciale dell’Onu Staffan de Mistura nel corso di un’intervista all’agenzia Ria Novosti e diversi media russi, come Kommersant.

Intanto da Mosca arriva la richiesta, allo stesso diplomatico, di coinvolgere i curdi neli negoziati, perché la loro assenza mostra la “debolezza della comunità internazionale”. Anche perché secondo il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, “solo la Turchia sta bloccando l’invito a partecipare ai curdi del Dup”.

Escludere i curdi dal processo politico siriano significa “alimentare i sentimenti di disgregazione del Paese”. Allo stesso tempo, il portavoce del Cremlino ha sottolineato come la preservazione dell’integrità territoriale della Siria è la “pietra angolare” della politica russa e della “grande maggioranza di altri paesi”. Il Cremlino si è detto consapevole del dibattito “intenso” riguardo all’ipotesi di federalizzazione della Siria ma ha sottolineato che sono i “siriani stessi a dover decidere sul futuro della loro nazione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS