LA BCE SORPRENDE I MERCATI: DRAGHI AZZERA I TASSI E AMPLI IL QE Altra mossa a sorpresa, di cui si parlava da tempo ma senza segnali concreti è che l'Eurotower ora acquisterà anche bond delle aziende non bancarie

542
MARIO DRAGHI

“Supermario is Back”. E’ il commento benevolo e al tempo stesso ironico, fa infatti riferimento ad un popolare personaggio dei videogiochi a marchio Nintendo, di molti dei giornalisti e gli addetti ai lavori che hanno assistito alla conferenza stampa nella quale il numero uno della bce – la Banca Centrale Europea – Mario Draghi, con un mossa che definirla a sorpresa non rende sufficientemente l’idea, ha tagliato ilt asso principale di rifinanziamento al minimo storico dello 0,0%. Scende

Il numero uno dell’Eurotower ha anche annunciato che il consiglio direttivo ha deciso di ampliare il programma di acquisto di titoli di stato (Qe) dagli attuali 60 miliardi di euro al mese a 80 miliardi a partire dal 1 aprile: i mercati aspettavano un aumento in media da 70 a 75 miliardi di euro. L’altra sorpresa annunciata in conferenza stampa è stato un taglio sui depositi a -0,40%, questo atteso dai mercati.

Altra mossa a sorpresa, di cui si parlava da tempo ma senza segnali concreti è che la Bce ora acquisterà anche bond delle aziende non bancarie purché abbiano un rating con livello d’investimento (cioè non speculativo).

Infine, la sesta mossa, la Bce da giugno lancia un pacchetto di quattro prestiti Tltro alle banche: presterà liquidità illimitata agli istituti che fanno credito all’economia. E per la prima volta il tasso su questi prestiti sarà non più il tasso principale ma il tasso sui depositi, quindi negativo: in pratica la Bce pagherà alle banche che ricevono un prestito un tasso dello 0,40%.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS